EDITORIALI



EDITORIALE CHI SIAMO
Siamo persone che non vogliono politicamente schierarsi, "con nessun partito politico, pur facendo politica". Continuiamo il pensiero dei grandi Statisti pur essendo microscopici. Crediamo nella libertà del dialogo, nell'onestà, per quanto è possibile, e nella Prima COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, perché la riteniamo la migliore del mondo.
EDITORIALI
IL POTERE DEI POTERI
(I mas media)
Conoscere la verità di ogni cosa dà la possibilità a chiunque di decidere di conseguenza per quello che intente fare. Quindi chi si accaparra della “verità, cioè dei fatti accaduti: di pensieri espressi o opere fatte ha il potere di gestirle come gli pare. La verità diventa notizia essenziale per chi vuole manovrarla a proprio piacimento e/o convenienza. Il massimo del potere il proprietario della massima testata giornalistica, poi il direttore sino al giornalista al primo articolo. Tutti, i giorni i giornali, ci propinano articoli manovrati a piacimento di chi comanda o di chi li scrive. Un esempio? In questa crisi, morale ed economica, nessun editore scrive che rinuncia ai contributi mensili che lo Stato gli dà. Eppure in TV  e negli editoriali danno lezioni di etica e di morale! Giornali, giornalisti e “reggi microfono” ci nascondono ogni secondo un’infinità di operazioni illecite fatte in ogni parte e in ogni dove.  Discorso a parte va fatto dei “salotti politici” in TV, ove ogni parvenza civile è assente.
.................................................................
ATTACCO FRONTALE

MOVIMENTO LETTERARIO LOMARDO (E belle Arti)
.
Analisi della Poesia e dei Poeti lombardi
e considerazioni sul comportamento degli Operatori Culturali.
…..*…..
Milano, nel passato è stata la città che con i suoi mezzi economici, le case editrici e i giornali, hanno governato ogni iniziativa Culturale… di qualsiasi genere. Per cui un mediocre giornalista della stampa milanese (di qualsiasi giornale) nel mondo della letteratura, specialmente nel mondo della Poesia, ha trovato facile divulgazione delle facili opere. Il CORRIERE DELLA SERA ha dominato e domina prepotentemente ogni cosa. Il premio Nobel, Salvatore Quasimodo, pur osteggiato è riuscito lo stesso ad ottenerlo. Ma non tutti sono Quasimodo! Anzi la decadenza culturale, politica ed economica della Lombardia ha annullato ogni tentativo di dominio sui Poeti perché ora c’è INTERNET che nessun editore può sopprimere. Finalmente siamo liberi: nel web ci leggono migliaia di Amici Della Poesia. Nessun Editore può garantirci tanti lettori: è finita l’era delle umiliazioni… che anche i grandi della letteratura del ‘900 hanno subito.
Il MOVIMENTO LETTERARIO LOMARDO (E belle Arti) organizza incontri e permette a chiunque di leggere le proprie opere senza dare alcun giudizio. Dà anche rilievo ai dialetti di tutte le Regioni Italiane.

.
PUNTI DI RIFERIMENTO DEI POETI:
.
oltre ai soliti Caffè Letterari esistono altre possibilità dove leggere le proprie poesie… nelle gallerie d’arte o nei Cenacoli ed altre varie possibilità. Con esperienza più che ventennale c’è il laboratorio de I POETI DELL’ARIETE dove il presidente Gabriele Cavagna, mensilmente promuove incontri a tema lasciando al Poeta la libertà di leggere altre Poesie. La mia esperienza più che trentennale mi suggerisce che questo Laboratorio è uno dei più apprezzati e frequentati. Altrettanto noto è il CENACOLO S’EUSTORGIO che con modalità diverse dà la possibilità a chiunque di leggere le proprie opere. Agli incontri hanno partecipato anche alcuni dei più noti Poeti e critici letterari italiani. Da più di vent’anni ho peregrinato con loro nei vari locali che ci hanno ospitato come, Bar, Biblioteche, Gallerie d’Arte, Librerie e quant’altro. Anche degli Alberghi ci hanno ospitato. Un sofferente peregrinare che solo l’amore per la Poesia ci ha aiutato a sopportare. Il perspicace fondatore e organizzatore è Carlo Riva.
.
IL MISTERO DELLA POESIA
Non è una novità… ma a malincuore debbo scriverlo: in noi “poeti” c’è tanta debolezza umana che supera ogni limite, sotto forma di invidia, gelosia, presunzione che neanche si può immaginare. Un “mondo poetico crudele” e approfittatore delle persone veramente poetiche che amano la Poesia perché salva la vita. Io ci credo perché è vero. Più volte ho scritto che la Poesia è un mistero perché si posa ovunque: ad esempio su uno ignorante come me. O come sugli assassini di professione nelle carceri e altrove. Sui politici… su chi butta le bombe atomiche e tant’altro. Qualsiasi essere umano, in qualsiasi parte del mondo, “nudo” o vestito di foglie, o dai nostri stilisti ha il bisogno di esprimere i propri sentimenti con parole e opere o con una delle qualsiasi Arti. Leggi su www.ilmisterodellapoesia.blogspot.com
.
I PROFESSORI CHE NON PROFESSANO
Fino a qualche decennio fa le Università in Italia erano fucine di proteste politiche e culturali sino all’esagerazione. Addirittura rivoluzionarie. In questo periodo di inerzia totale i Professori delle scienze politiche e culturali e simili si notano per l’assenza totale. Inerzia che ci costa la “dittatura politica” e la distruzione della Democrazia: non si vota più.
Oltre a ciò la distruzione dell’Unione Europea che ci ha portato alla TERZA QUERRA MONDIALE.
Dal punto di vista culturale alcuni professori che “professano” la Poesia non sono certo di esempio; né comportamentale né come Poeti perché spesso astrusi e artificiali.  Pioltello 24 11 2015
Di Giuseppe Calogero
 .-.-.-.--.-.-.-.--.-.-.-.--

IL GIOCO DEI POTENTI E
L’INERZIA DEGLI INDIFFERENTI
L’arroganza delle parole, nel nostro sistema democratico, è superata solamente dalla violenza fisica. Ognuno fa e dice quello che vuole… tanto le pene non si scontano… se si hanno “santi in paradiso”. Chi ruba, e chi ammazza è più rispettato delle persone oneste… ormai rare e prive di ogni potere e di volere: rassegnate al vile “destino” gestito dai chiacchieroni politici e dai conduttori televisivi ultra milionari. Quasi tutti i partiti politici non sanno “che pesce pigliare”… si barcamenano come zombie senza nessuna dignità… mentre la crisi affama i più deboli… quelli che hanno bisogno il necessario lavoro per sopravvivere. Resistono allo tsunami politico i malavitosi e le varie logge p1, 2 3 4 ecc. I finanzieri e gli speculatori sono i veri padroni dello Stato italiano. Che fare? noi non possiamo dare nessun consiglio… pensiamo che ognuno di noi all’interno del proprio credo politico possa lottare per avverare una Poetica Onestà. Che c’entra la Poesia? Chi ha letto bene Dante sa che la Poesia lo ha aiutato a lottare contro i potenti del suo tempo trascinandoli nei gironi dell’inferno. “LA DISCUSSIONE” (Poetica onestà) www.tuttokalosghero.blogspot.com vi invita a crearvi una piccola “Divina commedia personale” per fermare gli arroganti e gli affamatori della brava gente.

                                                                              Germano, Mussomeli, 12 Agosto 2012EDITORIALE

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

VERSO LAMPEDUSA

V E R S O L A M P E D U S A

Calogero Di Giuseppe

Donare se stessi ... è questo che dovrebbero fare tutti i Poeti.

Soprattutto amare tutto e tutti. Non bisogna essere per forza santi... ma essere coerenti con la sensibilità della “espressione dell’anima”, chiamata Poesia.

Non si può essere poeti e infischiarsene del prossimo.

Migliaia di disperati scappano verso il mare per la Libertà e la trovano nei fondali del mare...

o prima ancora nell’arsura dei deserti.

Questo mi suggerisce la poesia della sensibile amica

Luisa Colnaghi.
..............
Arrivati alla spiaggia
lacerati nel corpo
con l'animo vuoto
sono sfuggiti alla tempesta
la lingua straniera
tradita nel ricordo
… fame, freddo
del tempo coloniale
scaldati al fuoco di Dio
dividiamo il nostro pane
Sanfrancesco ha donato
veste e mantello
ha parlato al lupo
.....
27 maggio 2011Luisa Colnaghi

L'ITALIA S'E' DESTA



L’ITALIA SE DESTA





DAL 13 Giugno scorso il “Tricolore” della nostra Bandiera è più pulito. Splende di più. Si è liberato dal grigiore in cui l’avevano infangato alcuni cittadini italiani. I veri italiani non sono un popolo di ladri o puttanieri. È naturale che in una nazione vi siano delle minoranze di farabutti e degli avanzi di galera che, spesso, sopprimono i bisogni dei cittadini esemplari.



ORA L’ITALIA S’È DESTA ...



lo dimostrano gli ultimi tre eventi elettorali democratici. Finalmente l’Italia ha riscattato il proprio onore con un Nuovissimo Risorgimento Italiano". La spazzatura è ancora al potere: diamoci da fare con una scopa nuova.



Vigiliamo e non fidiamoci di nessuno.



Calogero





AUTORI OSPITI

Pioltello, Via George Bizet, Musicista

I GRANDI UOMINI

......................

PEPPINO IMPASTATO

Giuseppe Impastato è uno dei grandi eroi sacrificatosi per la dignità della Sicilia e per riscattare la dignità di ogni uomo degno di tale nome. Ha lottato contro la mafia di cui “il padre ne era componente”. La verde città di Pioltello gli ha dedicato uno dei suoi grandi giardini pubblici per bambini, in via George Bizet proprio davanti ai plessi delle scuole elementari e medie. Nel cippo che lo ricorda si può leggere una delle sue poesie sottoscritta.

Lunga è la notte

e senza tempo.

Il cielo gonfio di pioggia

non consente agli occhi

di vedere le stelle.

Non sarà il gelido vento

a riportare la luce

né il canto del gallo,

né il pianto di un bimbo.

Troppo lunga è la notte

senza tempo

infinita.

..................................................................

Ai prepotenti d’Italia, “Poetica Onestà” ricorda che sono ad un passo dalla morte: fisica e morale.

Neanche i vermi potranno sopportare la loro anima puzzolente.

Calogero