4 maggio 2019

SILVIA MOTTA

LA BELLISSIMA CITTADINA DI PIOLTELLO


...*...
SILVIA MOTTA SIGNORA DELL'AUDIENCE
Neanche la Poesia e' più bella di lei.
Silvia Motta abita a Pioltello (MI). È la ‘signora degli ascolti’, una donna che si muove con estrema disinvoltura tra statistiche, percentuali, share e date con quella padronanza tipica di chi sa quello che fa. Gestisce il suo compito con competenza e autorevolezza. Cifre e numeri non hanno segreti per lei e la lettura di esiti e ascolti è sempre puntuale e approfondita. Una donna sempre sorridente e solare. Elegante nelle sue mise che vedono abito e turbante in pendant, quel turbante che evoca “La ragazza dall’orecchino di perla”, capolavoro di Jan Vermeer. È simpatica, ironica, mordente e una cosa è certa: sa il fatto suo e per niente al mondo rinuncerebbe a essere anche la ‘signora della sua famiglia’. Calogero Di Giuseppe.Pioltello12 maggio 2018

29 marzo 2019

MOVIMENTOLETTERARIO

MOVIMENTO ARTISTICO LETTERARIO CATTOLICO CRISTIANO
…+…
Questa iniziativa vuole divulgare la nostra idea: quella del “homo sapiens” che sapiente non è: quasi mai si comporta da vera creatura di Dio.
Solo la natura creata da Dio è sapiente… anche quando è distrutta dall’uomo! Ogni creatura umana deve essere rispettata con chiunque altra è sulla terra… di qualsiasi colore e di qualsiasi sesso. Nessuna iniziativa contraria è giustificabile. Il razzismo è una vergognosa piaga divulgata in tutta la Terra che fa tantissime vittime innocenti e che ci rende schiavi reciprocamente. Pessimismo? No! Realismo. Dio ci ha voluti sulla terra per essere uguali e insieme non per distruggerci l’un l’altro. Quelli che noi chiamiamo animali sono più bravi e coordinati di noi che non sappiamo apprezzare nessun regalo da Dio. Stiamo insieme e uguali. Calogero Di Giuseppe Pioltello 25 Marzo 2019.
…+…
NON E FACILE MA…
Non è facile essere cattolico cristiano, anzi… Ma se scegli la strada: La diretta via, quella che insegna a rispettare te stesso e soprattutto gli altri, vivrai meglio di chi è incline a disturbare le altre creature di Dio. Cioè quelli che noi chiamiamo animali. Questi si comportano meglio di noi che ci chiamiamo persone: anche noi   apparteniamo al regno animale Anche il regno vegetale è migliore di noi: come quello minerale che, in parte, l’Uomo distrugge a proprio piacimento. Brontoliamo quando non è l’Uomo a farlo ma la natura. Non è obbligatorio essere cattolici: si può essere brave persone amici di Dio rispettando gli altri più di te o come te. Meglio seguire i 10 comandamenti   o almeno frequentare quando è necessario la Chiesa… che quelli della droga, del furto. Dell’ omicidio e di altre cose nefaste che distruggono la quiete quotidiana… che tanto male fa anche a quelli che provocano il malessere generale. Fare quello che ci insegna il Papa non è la stessa cosa di quello che ci insegnano i politicanti o certi Giudici che mettono in galera i deboli e lasciano fare quel che vogliono perché potenti o raccomandati. La Legge non è uguale per tutti ma disuguale per alcuni. HOMO SAPIENS? NO! Cioè non tutti gli esseri umani sono sapienti. Solo la natura creata da Dio è sapiente anche quando è distrutta dall’uomo sapiente o No! In questo caso è homo distratto dalle nefandezze umane. Il razzismo è una piaga divulgata in tutta la terra che ci rende schiavi l’uno dall’altro essere umano… meno civile del resto del regno animale. Pessimismo? No… realtà. Dio ci ha voluto sulla terra per essere tutti uguali e (insieme) non per distruggerci reciprocamente. Calogero Di Giuseppe 15 Marzo 2019. Pioltello (MI)  


20 marzo 2019

ALDA MERINI



Alda Merini. - Poetessa italiana (Milano 1931 - 2009). Una delle maggiori voci poetiche del Novecento.

4 marzo 2019

E' SEMPRE DUE NOVEMBRE

DUE NOVEMBRE

Mamma dove siete?... Quando vedo nell'azzurro del cielo un infinito luccichio di stelle, cercandovi vedo papà e le sue mani additarmi le tue sembianze! Un fremito mi assale, e nella gola un dolore tremendo mi stordisce così tanto da cercare aiuto barcollando nella stretta via senza fine del percorso umano. Quanti versi ho seminato in questa tristissima terra… che accolse e accoglie il pianto e le gioie della mia travagliata via. Non so come e quando verrò: oggi due novembre si ricordano i morti… come i morti ricordano noi. E’ sempre due novembre: giorno per giorno la Morte ruba anime e corpi e li porta via… dove non si sa… mentre un povero poeta prega per tutti… anelando… e per sempre così sia. Calogero Di Giuseppe Pioltello (MI) 3 Marzo 2019.


2 gennaio 2019

NATALE IN CASA DI GIUSEPPE

DUE NOVEMBRE
Mamma dove siete?... Quando vedo nell'azzurro del cielo un infinito luccichio di stelle, cercandovi vedo papà e le sue mani additarmi le tue sembianze! Un fremito mi assale, e nella gola un dolore tremendo mi stordisce così tanto da cercare aiuto barcollando nella stretta via senza fine del percorso umano. Quanti versi ho seminato in questa tristissima terra… che accolse e accoglie il pianto e le gioie della mia travagliata via. Non so come e quando verrò: oggi due novembre si ricordano i morti… come i morti ricordano noi. E’ sempre due novembre: giorno per giorno la Morte ruba anime e corpi e li porta via… dove non si sa… mentre un povero poeta prega per tutti… anelando… e per sempre così sia. Calogero Di Giuseppe Pioltello (MI) 3 Marzo 2019.

NATALE  IN CASA DI GIUSEPPE 2018 

VERSO LAMPEDUSA

V E R S O L A M P E D U S A

Calogero Di Giuseppe

Donare se stessi ... è questo che dovrebbero fare tutti i Poeti.

Soprattutto amare tutto e tutti. Non bisogna essere per forza santi... ma essere coerenti con la sensibilità della “espressione dell’anima”, chiamata Poesia.

Non si può essere poeti e infischiarsene del prossimo.

Migliaia di disperati scappano verso il mare per la Libertà e la trovano nei fondali del mare...

o prima ancora nell’arsura dei deserti.

Questo mi suggerisce la poesia della sensibile amica

Luisa Colnaghi.
..............
Arrivati alla spiaggia
lacerati nel corpo
con l'animo vuoto
sono sfuggiti alla tempesta
la lingua straniera
tradita nel ricordo
… fame, freddo
del tempo coloniale
scaldati al fuoco di Dio
dividiamo il nostro pane
Sanfrancesco ha donato
veste e mantello
ha parlato al lupo
.....
27 maggio 2011Luisa Colnaghi

L'ITALIA S'E' DESTA



L’ITALIA SE DESTA





DAL 13 Giugno scorso il “Tricolore” della nostra Bandiera è più pulito. Splende di più. Si è liberato dal grigiore in cui l’avevano infangato alcuni cittadini italiani. I veri italiani non sono un popolo di ladri o puttanieri. È naturale che in una nazione vi siano delle minoranze di farabutti e degli avanzi di galera che, spesso, sopprimono i bisogni dei cittadini esemplari.



ORA L’ITALIA S’È DESTA ...



lo dimostrano gli ultimi tre eventi elettorali democratici. Finalmente l’Italia ha riscattato il proprio onore con un Nuovissimo Risorgimento Italiano". La spazzatura è ancora al potere: diamoci da fare con una scopa nuova.



Vigiliamo e non fidiamoci di nessuno.



Calogero





AUTORI OSPITI

Pioltello, Via George Bizet, Musicista

I GRANDI UOMINI

......................

PEPPINO IMPASTATO

Giuseppe Impastato è uno dei grandi eroi sacrificatosi per la dignità della Sicilia e per riscattare la dignità di ogni uomo degno di tale nome. Ha lottato contro la mafia di cui “il padre ne era componente”. La verde città di Pioltello gli ha dedicato uno dei suoi grandi giardini pubblici per bambini, in via George Bizet proprio davanti ai plessi delle scuole elementari e medie. Nel cippo che lo ricorda si può leggere una delle sue poesie sottoscritta.

Lunga è la notte

e senza tempo.

Il cielo gonfio di pioggia

non consente agli occhi

di vedere le stelle.

Non sarà il gelido vento

a riportare la luce

né il canto del gallo,

né il pianto di un bimbo.

Troppo lunga è la notte

senza tempo

infinita.

..................................................................

Ai prepotenti d’Italia, “Poetica Onestà” ricorda che sono ad un passo dalla morte: fisica e morale.

Neanche i vermi potranno sopportare la loro anima puzzolente.

Calogero