11 novembre 2017

IL GENIO DELLA TV

GIANCARLO MAGALLI
Giancarlo è uno dei geni della TV, che gode dal pubblico che lo conosce, la simpatia più eccelsa che possa avere da un essere cosciente che segue il il "mondo" dello spettacolo. Chiunque ha lavorato con lui né gode la simpatia, l'astuzia, la satira e la straordinaria intelligenza compatibile con chiunque! Ho conosciuto tantissime persone famose ma non so perché proprio Lui non riesco ad incontralo. Ma... prima o poi accadrà.
.
.....*.....
.
MagalliGiancarlo. - Autore e conduttore televisivo italiano (Nato a Roma 1947). Formatosi come animatore nei primi villaggi turistici d’Italia, negli anni Settanta ha iniziato la collaborazione con la Rai, divenendo autore e regista. Chiamato a sostituire E. Bonaccorti nel programma Pronto, chi gioca? nel 1987 ha esordito come conduttore TV; dal 1993 presenta I fatti vostri, alternando alla televisione le collaborazioni radiofoniche e cinematografiche. Molto apprezzato dalle famiglie e presenza costante della televisione italiana, M. ha all’attivo più di cinquanta trasmissioni (fra le quali Mezzogiorno in famiglia, 2008-09, da E Mi gioco la nonna, 2012).  Pioltello 11 2017   Calogero Di Giuseppe  

6 novembre 2017

"DUELLO TRA FAZIO E GILETTI

LA RAI SENZA DIGNITA'
La cosa più brutta che può capitare 
è quella di avere a che fare con le persone oneste.
.....*.....
DUELLO DOMENICALE
LA Domenica Giletti sfida Fazio e il suo Programma .
Calogero Di Giuseppe 
.....*.....
Il direttore generale della R.A.I. Orfeo
Mariu chi minchia facisti?
Calogero Di Giuseppe 

28 ottobre 2017

I GRANDI UOMINI TRA I MISERABILI

I GRANDI UOMINI

PIETRO GRASSO

Con una breve nota diffusa nel pomeriggio di giovedì, 26 10 2017 il Presidente del Senato Pietro Grasso ha comunicato di avere lasciato il gruppo parlamentare del Partito Democratico, il partito con il quale era stato eletto senatore. Il Presidente Pietro Grasso ha rassegnato le dimissioni dal Gruppo del Partito Democratico e, ai sensi del Regolamento, sarà iscritto d’ufficio al Gruppo Misto del Senato. Il capogruppo al Senato del Pd, Luigi Zanda, ha così commentato, dando indizi delle ragioni della scelta di Grasso: “Il presidente Grasso mi ha comunicato per telefono la decisione di dimettersi dal gruppo del Pd poco prima di renderla nota. Per me è stata una notizia inaspettata e in nessun modo prevedibile”. Per quanto mi ha detto, il senatore Grasso si è dimesso dal gruppo del Pd principalmente perché non condivide la linea politica del partito e, in particolare, le decisioni sulla legge elettorale. Mi ha detto che se non fosse stato presidente del Senato e avesse dovuto votare, non avrebbe votato né la legge né la fiducia sugli articoli. Peccato. Le sue dimissioni vengono dopo una lunga collaborazione. Oltre alla notizia di cronaca… Purtroppo credo opportuno aggiungere che le persone oneste sono destinate a soffrire quando si trovano tra delinquenti a dirigere lo stato. Bravo Pietro… Bravo. 
Calogero Di Giuseppe 
.....*.....

25 ottobre 2017

LA CATTIVERIA UMANA SUPERA OGNI LIMITE DI TUTTE LE CREATURE
Calogero.
ANNA FRANK L'EROINA MONDIALE
CAMPO DI CALCIO O DI INSULTI?
Definire i campi di calcio italiani campi sportivi è una delle più grandi ipocrisie che si dicono: dovrebbero ma non lo sono. Oltre ai calci date al pallone ci sono calci dati alla dignità umana e alla civiltà. Non è sport quello che si fa… ma danaro. I tifosi sono liberi anche di sottomettere chiunque e di offendere chiunque anche di fare “politica razziale” sino ad insultare anche un’eroina come Anna Frank. I “Padroni” delle squadre di calcio non riescono a gestire lo sport (o non vogliono) entro i limiti della decenza. Per favore non lo chiamate Sport. Leggi Anna Frank su http://www.treccani.it/enciclopedia/anne-frank/

21 ottobre 2017

SIMONA MALPEZZI

ONOREVOLE SIMONA MALPEZZI

DEPUTATA PARLAMENTA ABITANTE A PIOLTELLO
.SILVIANata nel 1972 a Cernusco sul Naviglio, sono cresciuta a Pioltello, una cittadina alle porte di Milano. Ho frequentato la facoltà di lettere moderne presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dove mi sono laureata con una tesi su Amintore Fanfani. Da sempre ho coltivato la passione per la politica unita a quella per l’insegnamento un binomio che ben presto mi ha portata ad interpretare il ruolo di insegnante andando oltre la semplice lezione. Guardando alla scuola come la più grande opportunità di progresso e di sviluppo del nostro Paese, ho sempre indirizzato il mio sguardo verso le criticità del sistema, impegnandomi in prima linea per trovare soluzioni concrete. http://www.simonamalpezzi.com/la-mia-storia/
.....*.....

 MOTTA

.....*.....
E' bellissimo sapere che al mondo ci sono creature così belle... non solo fisicamente: sorridenti, attraenti e capaci di distinguersi senza farsi capovolgere dalla marea poco piacevole delle volgarità radio televisive. La mia lunghissima esperienza, totalmente diversa dalla sua, ma altrettanto multiforme, mi permette di augurarle ulteriori successi artistici e umani. Calogero Di Giuseppe. Pioltello 21 10 2017.
Leggi su http://www.ferraraitalia.it/intervista-a-silvia-motta-la-signora-dellaudience-118191.html

9 ottobre 2017

SALVE... BEN VENUTI TRA NOI E 
GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE
Siete pregati di leggere le pagine in alto cliccandovi su: ove vi sono  argomenti vari da scegliere.
Mussomeli: Castello Manfredonico

5 ottobre 2017

L'ULTIMA POESIA

SI NASCE PER MORIRE... 
E SI MUORE SPERANDO SPERANDO DI ANCOR CAMPARE


Se vedrete dal cielo scendere
Come la neve, foglie barcollanti
Sono i miei versi ancora vivi…
Anche se io… non sarò più.
*
Così sarà quando morirò…
*
Il verso del poeta come l’acqua
Che scende dalla montagna giù giù
Dalla pianura passando lenta
Giungendo finalmente al mare.
*
Tu… che dei poeti ne fai scherno
Non illuderti… ti sei sbagliato…
saliranno i miei versi sino al cielo
evaporati dall’anima mia
e dal sentimento chiamato
POESIA
Così è perché l’ha voluto Dio.
Ma ciò… non l’ho voluto tanto… io.
.....*.....
…..*…..

1)      E’ la Poesia che mi ha voluto.

Calogero Di Giuseppe
Pioltello 19/ 9/ 2017
1)      Inedita

VERSO LAMPEDUSA

V E R S O L A M P E D U S A

Calogero Di Giuseppe

Donare se stessi ... è questo che dovrebbero fare tutti i Poeti.

Soprattutto amare tutto e tutti. Non bisogna essere per forza santi... ma essere coerenti con la sensibilità della “espressione dell’anima”, chiamata Poesia.

Non si può essere poeti e infischiarsene del prossimo.

Migliaia di disperati scappano verso il mare per la Libertà e la trovano nei fondali del mare...

o prima ancora nell’arsura dei deserti.

Questo mi suggerisce la poesia della sensibile amica

Luisa Colnaghi.
..............
Arrivati alla spiaggia
lacerati nel corpo
con l'animo vuoto
sono sfuggiti alla tempesta
la lingua straniera
tradita nel ricordo
… fame, freddo
del tempo coloniale
scaldati al fuoco di Dio
dividiamo il nostro pane
Sanfrancesco ha donato
veste e mantello
ha parlato al lupo
.....
27 maggio 2011Luisa Colnaghi

L'ITALIA S'E' DESTA


L’ITALIA SE DESTA



DAL 13 Giugno scorso il “Tricolore” della nostra Bandiera è più pulito. Splende di più. Si è liberato dal grigiore in cui l’avevano infangato alcuni cittadini italiani. I veri italiani non sono un popolo di ladri o puttanieri. È naturale che in una nazione vi siano delle minoranze di farabutti e degli avanzi di galera che, spesso, sopprimono i bisogni dei cittadini esemplari.


ORA L’ITALIA S’È DESTA ...


lo dimostrano gli ultimi tre eventi elettorali democratici. Finalmente l’Italia ha riscattato il proprio onore con un Nuovissimo Risorgimento Italiano". La spazzatura è ancora al potere: diamoci da fare con una scopa nuova.


Vigiliamo e non fidiamoci di nessuno.


Calogero



in allestimento

Pioltello, Via George Bizet, Musicista

I GRANDI UOMINI

......................

PEPPINO IMPASTATO

Giuseppe Impastato è uno dei grandi eroi sacrificatosi per la dignità della Sicilia e per riscattare la dignità di ogni uomo degno di tale nome. Ha lottato contro la mafia di cui “il padre ne era componente”. La verde città di Pioltello gli ha dedicato uno dei suoi grandi giardini pubblici per bambini, in via George Bizet proprio davanti ai plessi delle scuole elementari e medie. Nel cippo che lo ricorda si può leggere una delle sue poesie sottoscritta.

Lunga è la notte

e senza tempo.

Il cielo gonfio di pioggia

non consente agli occhi

di vedere le stelle.

Non sarà il gelido vento

a riportare la luce

né il canto del gallo,

né il pianto di un bimbo.

Troppo lunga è la notte

senza tempo

infinita.

..................................................................

Ai prepotenti d’Italia, “Poetica Onestà” ricorda che sono ad un passo dalla morte: fisica e morale.

Neanche i vermi potranno sopportare la loro anima puzzolente.

Calogero