29 dicembre 2015

L'ITALIA S'ARRENDE:
BUTTA  LA CORONA PRIMA 
DI ESSERE ROTTAMATA
.....*.....
I RESTI DELL'EX QUINTA 
POTENZA MONDIALE
PRIMA DEL NUOVO 
SFASCISMO
.....*.....

20 dicembre 2015

E' UN CARDINALE TARCISIO BERTONE?

QUI COMANDO IO!
LA VITTIMA DEL POTERE OCCULTO VISIBILE
LETTERA AL CARDINALE BERTONE
Il "poverello dei 700metriquadri" e
DA SEMPRE E PER SEMPRE CONTRO GESU’:
OVUNQUE E CHIUNQUE!
…..*…..
Il sacrificio di Gesù, figlio di Dio, è un fatto semplicissimo che non ha bisogno di spiegazioni: si è fatto “uomo” per noi e ha sempre predicato e agito a favore dei poveri. Chi non vuol credere in questo non ha nessun obbligo verso la Chiesa Cattolica e Apostolica Romana. Ma chi ci crede (o fa finta di crederci) ha il dovere della coerenza: altrimenti è un ipocrita col “Marchio di traditore”. Giuda ne è un esempio: è inutile restituire 150mila euro. Un prete, un cardinale, un Papa… non debbono avere tutti quegli euro alla sua personale disposizione. e un peccato Gravissimo per chi crede veramente in Dio. Se tu, Tarcisio Bertone hai un poco di dignità, ammetti che della povertà te ne sei fregato, e che non hai nulla a che fare con Madre Teresa di Calcutta, con La Pira, e con coloro che accudiscono i bisognosi in ospedale, nelle carceri e ovunque c’è di bisogno. Per te basterebbe un appartamento di tre quattro stanze… e per le tue attività quello che ti offre il Vaticano ufficialmente. Non sarai mai Papa, e i titoli che hai sono solo vestiti per gonfiarti di vanitosa presunzione. DOVE HAI PRESO 150MILA EURO per poterli ridare? Non è beneficenza la tua ma convenienza. La carità non si fa con i soldi altrui. Pentiti e aiuta Papà Francesco! Calogero: cittadino sdegnato.Clicca qui  http://www.treccani.it/enciclopedia/tarcisio-bertone/
PAPA' FRANCESCO!


15 dicembre 2015

INDULTO E AMNISTIA

 Forza e coraggio: Papa'
Ciao... 
.....*.....
ASCOLTIAMO IL PAPA
eccelso uomo di Dio.
 "Papà" Francesco apre il suo cuore ai carcerati 
che lo meritano. Indulto e amnistia è la proposta 
del Santo padre. Speriamo che nell'Anno del 
Giubileo si riesca ad aprire anche le porte 
del carcere. Ma sappiamo già che 
l’Italia non ha nessun Statista che sia in grado 
di avverare la sua proposta.
 .....*.....
"Personalmente credo che sia opportuno riempire le celle che si libereranno con i politicanti gia condannati e con quelli che se lo meritano e l'Ingiustizia non li vuol vedere."
.....*.....


9 dicembre 2015

LA GRANDE DONNA DELLA RAI

REPORTER
DOMENICA PROSSIMA IN TV
 Clicca sotto e leggi
UNA DONNA ECCEZIONALE
.....*....
MILENA GABANELLI LA GRANDE DONNA
..........*..........

Eni, si sta indagando su quella che si sospetta essere una delle più grandi tangenti pagate al mondo per un blocco petrolifero in Nigeria. Uno dei mediatori: Bisignani. Poi la storia delle dismissioni, della Snam, della rete, della chimica. A chi stanno vendendo, e come? Infine l’eredità delle bonifiche impossibili.                Domenica                                                              21.45 Rai3 



4 dicembre 2015

I NULLAFACENTI

CHE FIGURA DA MENOMATI
Dopo 29 votazioni non sono stati eletti i giudici della Consulta:
DALLA CAMERA DEGLI  IMPUTATI
CI SCUSIAMO CON LE PERSONE CAPACI E ONESTE.


30 novembre 2015

TANTO PER PIANGERE

TANTO PER PIANGERE
(Ridendo)
Vorrei poter scrivere
alla maggior parte
dei parlamentari…
quanto siete S-tronzi:
ma non lo faccio…
perché?
Perché non ho il coraggio.
.
29 novembre 2015
(In viaggio su la Freccia Rossa tra Bologna e Milano)
..
Sono parlamentari?
o cittadini?

20 novembre 2015

CHE FIGURACCIA

Meno male che il papa c'è

..............*.............
UNIONE EUROPEA
CHE FIGURACCIA.
Un errore mondiale 
LA TERZA GUERRA MONDIALE
.
Ci scusiamo con i politici e gli statisti, capaci e onesti
Cominciamo d’accapo: ogni qualvolta l’Italia fa qualcosa di straordinario viene subito ammonita o fermata in qualsiasi modo: con l’uccisione di Enrico Mattei, fondatore dell’E.N.I. O come Aldo Moro per la politica “d’amicizia” con gli Sati dirimpettai nel mediterraneo. Il 1° errore politico è quello di aver incluso l’Inghilterra nell’Unione Europea: L’Inghilterra NON SARA’ MAI contro gli STATI UNITI come questi non daranno mai contro Israele. Il 2° grande errore politico, dell’ormai ex Unione Europea è stato la guerra all’Iraq e la distruzione della Libia e l’uccisione di Gheddafi a cui Berlusconi in Italia aveva “appena baciato le mani”.  Gli Stati Uniti non sono nostri amici ci usano a loro piacimento soltanto quando gli conviene. Purtroppo in Italia non ci sono statisti al potere perché ROTTAMATI dall’attuale “purtroppo” capo di governo. I 101 traditori dello Stato, in Parlamento hanno “silurato” alcuni veri Statisti degni di questo nome. Meno male che IL PAPA c’è!  
Di Giuseppe Calogero
“LA DISCUSSIONE” (Poetica Onestà)  www.tuttokalosghero.blogspot.com.   movimentoletterariolombardo@libero.it

14 novembre 2015

L'EX EUROPA PIANGE

CHI L’HA VISTO?
Importantissimo
“LA DISCUSSIONE” (Poetica Onestà) fa Appello all’intelligenza, all’onestà e a chiunque abbia un minimo di buona volontà politica e sociale. Stiamo cercando l’Unione Europea, la Nato, l’ONU e tutti gli altri organi politici responsabili di questo disastro politico e sociale a livello mondiale… che prima o poi sfocerà ad una babilonica guerriglia. Ieri (13 novembre 2015) l’I.S.I.S in FRANCIA ha causato 158 morti. Sicuramente è un atto terroristico da condannare. Ma perché quasi nessuno condanna la Francia e company che bombardano la Siria e altri stati? Quali diritti ha la Francia e altri Stati di colonizzare altri Paesi per le loro ricchezze? LA colpa principale è della “DIS-UNIONE EUROPEA” governata dagli egoismi nazionali e dei loro governanti, di cui l’Italia per vari motivi è incapace di farsi rispettare. Non mi pare che dopo Prodi ci sia stato qualche altro genio politico. Scrivo questo chiarendo che io non sono iscritto a nessun partito politico, perché nessuno di loro può chiamarsi tale in quanto l’unico pensiero che hanno è come possono rubare senza andare in galera. “LA DISCUSSIONE (Poetica Onestà) chiede scusa a coloro che non fanno parte di quelle persone che DANTE sicuramente metterebbe all’inferno. L’Italia? È governata da quaccquaraquà.
                                                                                     Calogero Di Giuseppe.
.....*.....
ROMANO PRODI
"silurato dal PD che ha fondato"
Non sono stato io!
E' il mio partito che che ci ha traditi.
.....*.....
Chiunque sa dove si trova l'UNIONE EUROPEA
è pregato di lasciare l'indirizzo e un commento. Grazie.

9 novembre 2015

LA CHIESA ROCCIA INDISTRUTTIBILE

NESSUN DORMA 
S.O.S. HELP, AIUTO 
VERI CRISTIANI ALL'ERTA
Credo sia opportuno sottolineare che chi gestisce la "CHIESA" non è un essere perfetto... perché umano. Proprio perché umano Papà Francesco ama tutti anche i suoi traditori: comunque l'esempio più grande viene da Gesu morto in Croce  proprio per insegnarci ad amare il "prossimo come te stesso".  Dal sagrestano in su, dentro la "Chiesa Cristiana", nessuno ha il diritto di rubare ai poveri
per vivere lussuosamente: è l'esempio che conta, specialmente quello dei vescovi e dei cardinali. Alcuni scandalosamente straricchi Che Dio li perdoni.
ATTENZIONE L'ATTACCO AL PAPA 
E' UN COMPLOTTO A LIVELLO MONDIALE

26 settembre 2015

I GRANDI STATISTI

ALCIDE DEGASPERI

  I GRANDI UOMINI

DE GASPERI, ALCIDE
Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 36 (1988) di Piero Craveri
DE GASPERI (Degasperi), Alcide. - Nacque il 3 apr. 1881 a Pieve Tesino (Trento) da Amedeo e Maria Morandini. Di famiglia povera, profondamente cattolica, fu primo di quattro figli, ebbe due fratelli (il secondogenito, Mario si avvierà al sacerdozio e morirà giovanissimo nel 1906) e una sorella. Il padre, originario di Sardagna, figura semplice e bonaria, era capoposto (maresciallo maggiore) della locale gendarmeria; fu trasferito nel 1894 a quella di Civezzano, dove il D. venne avviato agli studi sotto la guida del sacerdote V. Merler. La famiglia trascorreva le vacanze a Predazzo, comune nativo della madre, donna di profonda fede religiosa e forte carattere. Continua cliccando sotto
  I GRANDI UOMINI
LEOLUCA ORLANDO
Enciclopedia Treccani
Nota: per leggere la storia di Orlando clicca sul colore rosso.
OrlandoLeoluca. - Uomo politico italiano (n. Palermo 1947). Avvocato cassazionista, O. ha studiato e ha vissuto per alcuni anni aHeidelberg, in Germania ed è stato prof. di ruolo di diritto pubblico regionale presso l'univ. di Palermo. Sindaco del capoluogo siciliano, nel 1991 ha fondato il Movimento per la democrazia, La Rete, il cui obiettivo principale era quello di riportare la questione morale nella politica italiana grazie alla partecipazione di tutte le forze positive presenti nei vari partiti. Parlamentare Europeo, la sua intensa attività in seno al Parlamento europeo ha compreso, in particolare, un forte impegno per un maggiore ruolo del Mediterraneo nell'Unione Europea e per l'adozione di un programma di azione comune per la lotta alla criminalità organizzata. Dal 3 luglio 2006 è portavoce politico nazionale dell'Italia dei Valori, partito nella cui lista è stato nominato deputato nel 2006 e nel 2008. Nel 2012 è stato eletto per la quarta volta sindaco di Palermo.
.....*.....
I GRANDI UOMINI
ANTONIO DI PIETRO
Uno contro "tutti"
Per capire bene chi è Antonio Di Pietro bisogna conoscere bene la Storia della Politica italiana, dal disastro politico prima, durante e dopo di "Tangentopoli. Cioè Dalla cosiddetta Seconda Repubblica. Un disastro che ancora oggi esiste con una classe "impolitica" perché priva di ideali e corrotta al massimo possibile e senza futuro e dignità. Per anni Antonio Di Pietro è stato lasciato solo contro tutti, specialmente nei dibattiti televisivi. Spesso con conduttori di parte e con giornalisti indegni di questa categoria. Consigliamo di leggere la sua storia, passata e attuale, sull'Enciclopedia on line Treccani o su altre imparziali.L'inchiesta di Mani pulite e la crisi della Prima Repubblica. Il 17 febbraio 1992 a Milano viene arrestato il presidente del Pio Albergo Trivulzio, Mario Chiesa, per una tangente di 7 milioni di lire. Sembra un avvenimento come tanti altri, e invece è l’inizio di quel travolgimento politico chiamato Tangentopoli, che in meno di 2anni spazza via la cosiddetta Prima Repubblica e un’intera classe politica. I giudici del pool “Mani Pulite” di Milano, tra cui si distingue subito Antonio Di Pietro, mettono sotto accusa una serie impressionante di leader politici e di imprenditori: quali il segretario del PSI Bettino Craxi e il segretario della DC Arnaldo Forlani. Si scopre un gigantesco sistema di finanziamenti illeciti e di tangenti che per anni ha “finanziato” la maggior parte dei partiti italiani. Craxi, condannato, si rifugia ad Hammamet, in Tunisia ove muore da fuggiasco. Moltissimi altri politici sono costretti ad abbandonare la vita pubblica. Poi, a poco a poco, il ciclone rallenta. Pochi processi giungono a termine. Tra gli altri in carcere finisce il finanziere Sergio Cusani con qualche altro. Il 6 dicembre 1994 Antonio Di Pietro lascia clamorosamente la toga e decide di entrare in politica. Col famoso simbolo “ITALIA DEI VALORI”.   Calogero. 
.....*.....
                         Ecco il problema mondiale degli immigrati che hanno sconvolto il mondo!
L'IMMIGRAZIONE 
non è una questione solo italiana… ma mondiale!
Nell’attuale disordine politico mondiale è bello, utile e significativo che un vero uomo politico e onesto rimanga a galla a livello mondiale. I faziosi e disonesti che attualmente governano l’Italia… hanno poco a che fare con i padri fondatori della repubblica Italiana, né con i successori degni di tale nome: come Leoluca Orlando, attuale Sindaco di Palermo per la quarta volta e Presidente dell’A.N.C.I. Sicilia. Leoluca Orlando è spesso invitato nelle università estere per le sue ottime lezioni in vari campi frutti di varie esperienze.  “Due anni fa dicevamo ‘non è una questione che riguarda soltanto la Sicilia’. All’inizio di questa estate abbiamo sentito ripetere ‘non è una questione che riguarda soltanto l’Italia” o “soltanto la Grecia”. Inizia così la lettera del sindaco di Palermo e presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando, che ha inviato a cinque presidenti di governo europei e al presidente della Commissione Europea: Jean-Claude Juncker. La lettera- appello è indirizzata a David Cameron, primo ministro del Regno Unito, Nikola Gruevski, primo ministro della ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Matteo Renzi, presidente del Consiglio dei ministri dell’Italia, Alexis Tsipras, primo ministro della Grecia, Manuel Valls, primo ministro della Francia, oltre che a Juncker, Orlando chiede alle istituzioni europee e ai capi di governo di impegnarsi a cercare di risolvere l’emergenza dell’immigrazione alla base con azioni politiche importanti.  Calogero Di Giuseppe 26 09 2015.

ECCIDIO MONDIALE

Immigrazione, il sindaco di Palermo scrive ai capi di governo europei

«Non è una questione solo italiana, solo greca, solo britannica, solo francese o solo macedone’, serve una svolta che vada oltre la migrazione come sofferenza/emergenza e rispetti la mobilità internazionale come diritto umano inviolabile»

di Redazione online



shadow

14 giugno 2015

E' CONSUETO IL MIO RITORNO

Carissimi amici… prima di partire (16 giugno 2015) per il mio “paese” natio: MUSSOMELI (CL), desidero ringraziarvi per vari motivi… ma soprattutto per aver letto i miei blog, le mie varie opere… e quindi anche le mie poeMie.  Il mio successo è dovuto a voi lettori ma anche a coloro che mi seguono nel mio peregrinare ovunque si parla di poesia da me tanto amata e a cui credo tantissimo. Grazie… grazie per la vostra stima ma soprattutto per le vostre poesie che recitate negli incontri organizzati dal MOVIMENTO LETTERARIO LOMBARDO (e Belle Arti). Arrivederci a dopo il 20 Settembre 2015. Grazie Ancora… Calogero Di Giuseppe.  Buone Vacanze in armonia con se stesi e con glia altri
PAESE VOSTRO (1
Paese abbarbicato
In rocce di dolore.
Tetti disuguali
di palazzi e covi,
con finestre e luci...
stille di colore.
Quella sera di stelle,
con in cielo la luna...
un presepe a me caro
me... poeta rampante,
fece il cuore che ignora,
fonte d’ogni parola...
nei rumori rombanti
dell’ inutile guerra.
Nel cuore sta
filo spinato
ch’avvolse madri
morte d’attesa.
Ora ai cipressi
resta preghiera.
Tra silenti filari
è l’alveare di morti...
una croce soltanto
chiude l’anima mia.
Al sole brilla un fiore
(2 plasticamente solo...
per essere perenne
e.............................
là ricordare chi
donaron me, la vita.
1)  Mussomeli: Non più dell’autore emigrante.
2)Fiori di plastica per l’impossibilità
3) di mettere i fiori naturali.
Calogero Di Giuseppe.
28 Aprile 2009
.....*.....
 


26 maggio 2015

GIUSEPPE UNGARETTI

 GIUSEPPE UNGARETTI

........................*.......................
Calogero Di Giuseppe
In occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, senza alcuna presunzione letteraria, voglio anch'io, microscopico poeta,  ricordare semplicemente il titanico POETA SOLDATO che tanto e bene
ha scritto sul nefasto "primo conflitto mondiale" molto criticato.
Calogero Di Giuseppe
----*----
Ungarétti, Giuseppe. - Poeta italiano, nasce ad Alessandria d'Egitto, l'8 febbraio 1888, da genitori lucchesi, colà emigrati, perché il padre Antonio lavorava come sterratore al canale di Suez. Frequenta l'École Suisse Jacot e si forma sui classici francesi: Baudelaire e Mallarmé soprattutto. Stringe amicizia con Enrico Pea e i fratelli Thuile; con Kavàfis e Zervos (il gruppo di "Grammata"). Nel 1912 U. migra a Parigi, si iscrive alla Sorbona (tesina su Maurice de Guérin con Strowski; segue i corsi di Bergson al Collège de France). Si lega ai futuristi italiani a Parigi - le sue prime poesie appariranno nel 1915 su Lacerba - ma anche ad Apollinaire, Paul Fort, Léger. Nel 1914 rientra in Italia e si arruola come volontario, soldato semplice, sul Carso. Nasce Il Porto Sepolto, stampato a Udine nel 1916. Finita la guerra, pubblica, per impulso di Papini, Allegria di naufragi, presso Vallecchi, 1919. Sposa Jeanne Dupoix, 1920. Si trasferisce a Roma nel 1921, una Roma barocca e cattolica, che fa da sfondo al Sentimento del Tempo, 1933. Continuare a leggere clicca sotto.
 http://arianna.libero.it/search/abin/integrata.cgi?regione=9&query=enciclopedia%20terccani%20giuseppe%20ungaretti%20profilo
Alcune poesie dell'eccezionale Poeta.
  ----*----
Agonia

Morire come le allodole assetate
sul miraggio

O come la quaglia
passato il mare
nei primi cespugli
perché di volare
non ha più voglia

Ma non vivere di lamento
come un cardellino accecato
.
Veglia
Cima Quattro il 23 dicembre 1915

Un'intera nottata
buttato vicino
a un compagno
massacrato
con la sua bocca
digrignata
volta al plenilunio
con la congestione
delle sue mani
penetrata
nel mio silenzio
ho scritto
lettere piene d'amore

Non sono mai stato
tanto
attaccato alla vita
.
Fratelli
Mariano il 15 luglio 1916

Di che reggimento siete
fratelli?

Parola tremante
nella notte

Foglia appena nata

Nell'aria spasimante
involontaria rivolta
dell'uomo presente alla sua
fragilità
 Fratelli
.
San Martino del Carso
Valloncello dell'Albero Isolato il 27 agosto 1916

Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro

Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto

Ma nel cuore
nessuna croce manca

E' il mio cuore
il paese più straziato
.
Allegria di naufragi
Versa il 14 febbraio 1917

E subito riprende
il viaggio
come
dopo il naufragio
un superstite
lupo di mare
.
Mattina
Santa Maria La Longa il 26 gennaio 1917

M'illumino
d'immenso.
.
Soldati
Bosco di Courton luglio 1918

Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie.
.

La madre
1930

E il cuore quando d'un ultimo battito
Avrà fatto cadere il muro d'ombra,
Per condurmi, Madre, sino al Signore,
Come una volta mi darai la mano.
In ginocchio, decisa,
Sarai una statua davanti all'Eterno,
Come già ti vedeva
Quando eri ancora in vita.

Alzerai tremante le vecchie braccia.
Come quando spirasti
Dicendo: Mio Dio, eccomi.

E solo quando m'avrà perdonato,
Ti verrà desiderio di guardarmi.

Ricorderai d'avermi atteso tanto,
E avrai negli occhi un rapido sospiro.
.
Dove la luce
1930

Come allodola ondosa
Nel vento lieto sui giovani prati,
Le braccia ti sanno leggera, vieni.
Ci scorderemo di quaggiù,
E del mare e del cielo,
E del mio sangue rapido alla guerra,
Di passi d'ombre memori
Entro rossori di mattine nuove.

Dove non muove foglia più la luce,
Sogni e crucci passati ad altre rive,
Dov'è posata sera,
Vieni ti porterò
Alle colline d'oro.

L'ora costante, liberi d'età,
Nel suo perduto nimbo
Sarà nostro lenzuolo
.
Sentimento del tempo
1931

E per la luce giusta,
Cadendo solo un'ombra viola
Sopra il giogo meno alto,
La lontananza aperta alla misura,
Ogni mio palpito, come usa il cuore,
Ma ora l'ascolto,
T'affretta, tempo, a pormi sulle labbra
Le tue labbra ultime.
.
 

VERSO LAMPEDUSA

V E R S O L A M P E D U S A

Calogero Di Giuseppe

Donare se stessi ... è questo che dovrebbero fare tutti i Poeti.

Soprattutto amare tutto e tutti. Non bisogna essere per forza santi... ma essere coerenti con la sensibilità della “espressione dell’anima”, chiamata Poesia.

Non si può essere poeti e infischiarsene del prossimo.

Migliaia di disperati scappano verso il mare per la Libertà e la trovano nei fondali del mare...

o prima ancora nell’arsura dei deserti.

Questo mi suggerisce la poesia della sensibile amica

Luisa Colnaghi.
..............
Arrivati alla spiaggia
lacerati nel corpo
con l'animo vuoto
sono sfuggiti alla tempesta
la lingua straniera
tradita nel ricordo
… fame, freddo
del tempo coloniale
scaldati al fuoco di Dio
dividiamo il nostro pane
Sanfrancesco ha donato
veste e mantello
ha parlato al lupo
.....
27 maggio 2011Luisa Colnaghi

L'ITALIA S'E' DESTA



L’ITALIA SE DESTA





DAL 13 Giugno scorso il “Tricolore” della nostra Bandiera è più pulito. Splende di più. Si è liberato dal grigiore in cui l’avevano infangato alcuni cittadini italiani. I veri italiani non sono un popolo di ladri o puttanieri. È naturale che in una nazione vi siano delle minoranze di farabutti e degli avanzi di galera che, spesso, sopprimono i bisogni dei cittadini esemplari.



ORA L’ITALIA S’È DESTA ...



lo dimostrano gli ultimi tre eventi elettorali democratici. Finalmente l’Italia ha riscattato il proprio onore con un Nuovissimo Risorgimento Italiano". La spazzatura è ancora al potere: diamoci da fare con una scopa nuova.



Vigiliamo e non fidiamoci di nessuno.



Calogero





AUTORI OSPITI

Pioltello, Via George Bizet, Musicista

I GRANDI UOMINI

......................

PEPPINO IMPASTATO

Giuseppe Impastato è uno dei grandi eroi sacrificatosi per la dignità della Sicilia e per riscattare la dignità di ogni uomo degno di tale nome. Ha lottato contro la mafia di cui “il padre ne era componente”. La verde città di Pioltello gli ha dedicato uno dei suoi grandi giardini pubblici per bambini, in via George Bizet proprio davanti ai plessi delle scuole elementari e medie. Nel cippo che lo ricorda si può leggere una delle sue poesie sottoscritta.

Lunga è la notte

e senza tempo.

Il cielo gonfio di pioggia

non consente agli occhi

di vedere le stelle.

Non sarà il gelido vento

a riportare la luce

né il canto del gallo,

né il pianto di un bimbo.

Troppo lunga è la notte

senza tempo

infinita.

..................................................................

Ai prepotenti d’Italia, “Poetica Onestà” ricorda che sono ad un passo dalla morte: fisica e morale.

Neanche i vermi potranno sopportare la loro anima puzzolente.

Calogero